<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=200361&amp;fmt=gif">

La continuità che paga? È quella che innova

Continua a crederci Project Informatica, che il 17 aprile, nella sede di Stezzano (BG), propone HPE come unico interlocutore per storage e iperconvergenza.

Impegnata nel “Keep IT Simple Tour” che, il prossimo 17 aprile, farà tappa nella sua sede di Stezzano, in provincia di Bergamo, Project Informatica consolida la sua partnership con HPE nel segno della continuità.

Annoverata tra i principali corporate dealer e system integrator presenti sul mercato italiano, la società che oggi è a capo di un Gruppo di cui fanno parte sei realtà in tutto, non ha solo saputo conquistare e mantenere la qualifica di HPE Platinum Partner, ma ha scelto anche di prendere parte a una serie di iniziative per legare il proprio nome a quello di Hewlett Packard Enterprise. 

Lo ha fatto con l’HPE Innolab, inaugurato l’11 aprile del 2017 per offrire a clienti e prospect del territorio la possibilità di provare le soluzioni tecnologiche più innovative. È tornata a farlo lo scorso 24 ottobre quando, attraverso la propria consociata di Pordenone, Ates Informatica, è stata tra i protagonisti dell’HPE SimpliVity Innovation Tour. 

Il prossimo appuntamento a calendario sarà l’occasione per Project Informatica di portare alle aziende e agli enti del territorio sia l’iperconvergenza di SimpliVity, sia l’offerta storage Nimble.

Con l’acquisizione di Nimble, HPE non ha solo esteso il suo portfolio d’offerta storage affiancando la nuova soluzione ai suoi sistemi 3PAR, ma ha anche arricchito la proposta storage con funzionalità interessanti.

Tra le nuove funzionalità spicca InfoSight, una piattaforma di analytics in grado di monitorare configurazione e funzionamento delle unità di storage, così da evitare in maniera predittiva malfunzionamenti e utilizzi dei sistemi non ottimizzati.

«In questo modo – spiega Gianluca Giacchetta, sistemista e consulente di prevendita di Project Informatica offriamo agli amministratori di sistema piena visibilità della loro infrastruttura arrivando a ridurre fin dell’85% il tempo che solitamente viene speso nella gestione operativa dei sistemi e nel loro mantenimento. Attraverso logiche di intelligenza artificiale e di machine learning realizzate da HPE, il sistema di telemetria rappresentato da InfoSight richiama, infatti, a sé le informazioni provenienti da centinaia di sensori presenti in tutti i sistemi Nimble installati nel mondo, così da attuare un’analisi predittiva utile a minimizzare inconvenienti e costosi fermi macchina e disservizi. Il tutto – è l’ulteriore puntualizzazione – guidati da una dashboard attraverso la quale è possibile visualizzare anche graficamente le performance dello storage e, in ottica di troubleshooting, migliorarne la configurazione apportando eventuali azioni correttive».


Non solo.

Forte di 28 anni di esperienza sul mercato, Project Informatica (che a livello di Gruppo può contare su 150 dipendenti e su un fatturato che, nel 2017, ha superato quota 100 milioni di euro), accompagna le aziende nel loro percorso verso la digital transformation prendendosi cura della loro infrastruttura data center.

Come conferma Giacchetta: «Sono sempre più numerosi i clienti in cerca di soluzioni in grado di garantire maggiore flessibilità, scalabilità e agilità per implementare nella maniera più rapida possibile i servizi oggi richiesti dal business. Sia che si tratti di grandi aziende, sia di piccole e medie imprese di cui è ricco il tessuto produttivo italiano, HPE SimpliVity rappresenta per loro la soluzione a una serie di problemi, anche in termini di scalabilità dei costi operativi e di gestione. L’implementazione di HPE SimpliVity porta l’azienda ad acquisire maggiore flessibilità ed agilità per rispondere alle esigenze di sicurezza e di business continuity rese sempre più pressanti dall’imminente entrata in vigore del GDPR, il nuovo regolamento europeo sul trattamento dei dati personali».

«Il prossimo 17 aprile, presso la nostra sede di Stezzano – è la promessa di Giacchetta – avremo modo anche di mostrare come Veeam si integra con le nuove soluzioni proposte al fine di garantire al cliente una soluzione di continuità operativa attraverso le soluzioni di software availability Veeam. Questa giornata sarà sicuramente un’occasione di confronto con i clienti e ci permetterà di rispondere alle loro curiosità».

New Call-to-action

Interviste