<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=200361&amp;fmt=gif">

CDM Tecnoconsulting vince nel Manufacturing 4.0 con l’infrastruttura HPE

Il primo partner italiano ad aver venduto un sistema Nimble nel nostro Paese sarà il protagonista del HPE Keep IT Simple Tour del prossimo 20 aprile.

Venerdì 20 aprile, presso l’Innovation Lab inaugurato lo scorso maggio a Sorbolo, in provincia di Parma, si terrà la prima tappa in esclusiva in Emilia del HPE Keep IT Simple Tour. Non un semplice evento “di prossimità” ma l’occasione per far vedere a clienti e prospect la potenza previsionale di HPE Nimble e l’iperconvergenza di HPE SimpliVity, proposte insieme alla data availability di Veeam.

Nella mattinata di lavoro, principalmente dedicata all’offerta infrastrutturale di Hewlett Packard Enterprise, il padrone di casa sarà CDM Tecnoconsulting.

Punto di riferimento delle aziende dell’industria manifatturiera italiana di respiro internazionale, dal 1986, il Gruppo CDM – oggi composto da tre società italiane, una cinese e una spagnola – concentra in sé un’offerta di software CAD e Plm per la progettazione cui è affiancata una proposta di ERP per la parte finanziaria e di CRM per la gestione della forza commerciale.

«In aggiunta alle nostre soluzioni di Analytics e Big Data Management, e alla più recente divisione dedicata all’IoT – spiega Simone Cavazzoni, Responsabile Commerciale di CDM Tecnoconsulting, non poteva mancare un’offerta di infrastruttura, vero abilitatore del business dei nostri clienti ai quali proponiamo HPE, di cui siamo Platinum Partner e che, più che un vendor, per noi rappresenta da sempre un alleato strategico».


Un sentimento corrisposto, considerato che, insieme a due sole altre realtà in tutta Italia, CDM Tecnoconsulting vanta la qualifica di HPE Partner Ambassador attraverso la quale accede ogni anno a un esclusivo momento di allineamento tenuto, a livello worldwide, sulle tecnologie del vendor.

Non solo. Come sottolineato da Giuseppe Vitali, Responsabile Tecnico di CDM Tecnoconsulting:

«Siamo anche l’unico partner italiano che, dal 2005 a oggi, è invitato annualmente a partecipare all’evento europeo di punta organizzato da HPE attorno alle novità tecniche e marketing dedicate alla sua offerta di storage».


Un’offerta sempre più in fermento, anche grazie alla recente acquisizione di Nimble, che HPE ha fatto sua non solo per affiancare ai sistemi 3PAR una proposta di hardware flash di taglio small mid-range ma, soprattutto, per mettersi in casa la piattaforma di analytics e di gestione in cloud InfoSight.

In grado di esaminare a intervalli regolari la configurazione e il funzionamento delle unità di storage, quest’ultima è, infatti, nella felice condizione di raccogliere i dati e di analizzarli in maniera predittiva per evitare malfunzionamenti e fornire informazioni utili a ottimizzare i sistemi.

Una caratteristica unica che non è sfuggita a CDM Tecnoconsulting, che per prima, in Italia, ha venduto un sistema Nimble a una realtà leader mondiale nel settore delle macchine automatiche per la lavorazione del ferro per cemento armato, per la produzione di rete elettrosaldata e software di gestione per i centri di sagomatura, proprio come aveva già fatto a suo tempo con il primo 3PAR consegnato nel nostro Paese, in questo caso a un’azienda manifatturiera attiva nel settore meccanico.

Non c’è, dunque, da stupirsi che, per Cavazzoni, insieme all’offerta di iperconvergenza di HPE, proprio le soluzioni All Flash Nimble cloud-ready rappresentino, attualmente, «le tecnologie più interessanti nel panorama IT in generale». Non solo. Secondo Vitali:

«Se prima della sua acquisizione SimpliVity si presentava al mercato come un “pezzo” di software in grado di innestarsi sopra dell’hardware eterogeneo, oggi all’interno dell’universo HPE, è diventata una soluzione “chiusa” e garantita da un unico interlocutore, così come Nimble offre ora al mercato una soluzione standard affidabile, disponibile e nativamente integrata con il software».


Un dettaglio non irrilevante di cui si parlerà il prossimo 20 aprile nel Keep IT Simple Tour all’interno di un Innovation Lab che CDM Tecnoconsulting considera

«Un ambiente “pronto” a disposizione dei clienti a cui, da quasi un anno – puntualizza Cavazzoni –, mostriamo di persona i vantaggi della virtualizzazione delle WS grafiche. Una volta compresi i benefici delle tecnologie che proponiamo, come la possibilità di presidiare un certo numero di filiali sul territorio con HPE SimpliVity, o di evitare in maniera predittiva qualsiasi tipologia di problema grazie ad HPE Nimble, la parte economica della nostra proposta commerciale non è più un problema».


Scopri di più sull'evento! >>

Interviste